Loyola Zumarraga

18'2 Kms

L'uomo che inizia far diventare migliori gli altri, perde  tempo, a meno che non inizi da se stesso.

Iniziamo il nostro Cammino Ignaziano, con grande coraggio e generosità, sperando tutto dal nostro pellegrinaggio ignaziano. Lasciamo il Santuario e la Casa di S. Ignazio, la strada asfaltata che inizia nei pressi del parcheggio del santuario , e corre in parallelo al fiume, in direzione di Azkoitia. Camminiamo nei limiti dei giardini del Santuario, che sono a sinistra. Sempre dritti, arriviamo a Azkoitia ed entriamo nella Alameda del Ferrocarril, verso il fiume. Giunti al fiume Urola non lo attraversiamo, ma continuiamo in parallelo, lasciandolo alla nostra destra. Sempre davanti troviamo una pista ciclabile che porta di nuovo nelle vicinanze del fiume. Seguiamo lungo la riva destra del fiume fino a una stazione di servizio e alcune fabbriche. Di fronte, si vede un ponte: passiamo sotto e proseguiamo dritti. Passato il ponte, una strada inizia sulla sinistra. La prendiamo e quindi passiamo davanti alla fabbrica “IBARMIA” che si trova alla nostra destra.

Andiamo sempre di fronte nella stessa strada. La strada fa una curva a destra in un angolo di novanta gradi, ma noi continuiamo dritti su una pista laterale che passa sotto un ponte. Il sentiero ci porta ad attraversare allo stesso momento il fiume e la Strada GI-631 su da un ponte. Andiamo sempre avanti e a 800 m torneremmo ad attraversare la strada. Troviamo le prime gallerie e ne troveremo molte altre!

Sempre avanti sulla stessa strada asfaltata, parallela alla strada, abbiamo raggiunto un nuovo ponte che la attraversa due volte. A pochi metri di distanza, un nuovo ponte sulla GI-631. Seguiamo sempre la stessa via, che di nuovo attraversa la strada. Abbiamo passato il villaggio di Aizpurutxo, che si trova alla nostra destra. Sempre di fronte , il nostro cammino incontra un altro che sale dalla strada. Proseguiamo dritti, alla ricerca di vie che continuino in parallelo alla strada e un po’ sopra essa ed il fiume. Più ponti e un tunnel ci attendono. Proseguire dritto e lasciamo una cava alla nostra destra.

La strada si biforca e svoltiamo a destra, per andare in parallelo alla strada e al fiume Urola. Una nuova galleria e ci avviciniamo a delle case che sono a sinistra. Un’altra galleria e il nostro percorso, infine, converge nella Strada GI-631, che prendiamo alla nostra sinistra (percorso parallelo) per avvicinarci alla popolazione di Urretxu. Sempre lungo la strada, passiamo davanti un depuratore d’acqua e seguendo sempre il percorso parallelo alla strada, entriamo a Urretxu e Zumarraga, dopo aver attraversato il fiume. Queste due popolazioni sono separate solo dal fiume Urola. Il pellegrino troverà alloggio in entrambi i villaggi.

AZCOITIA

Albergue Peregrinos ABARAXKA . (50 letti) Altamira 5, Tel: 679 464 473
LOYOLA
Taxi Azpeitia . Sasieta 639 336 363
Taxi Azpeitia . Vallina 943 39 38 48
Taxi Azpeitia . Nazabal 943 81 13 84

URRETXU

Ayuntamiento. Tel: 943 038 080

Ostello di Urretxu . CHIUSO DAL 2019. A circa 4 chilometri dal centro abitato, salendo la montagna, accanto alla cappella di Santa Barbara, c’è l’ostello Urretxu con una capacità di 56 posti letto e prezzi convenienti. Tel: 943 723 387.
Pensión Juana Elgarresta . Ipearrieta, 2 Tel: 943 722 250.

ZUMARRAGA

Ayuntamiento . Tel: 943 72 90 22.
Hotel Etxeberri . Calle Etxeberri, s/n. (proprio all’ingresso del paese) Tel: 943 721 211
Pensión Balentiña . Urola, 6-8. Tel: 943 725 041
Pensión Urola** . Antonino Oraá, 2. Tel: 943 533 008/ 679 525 259
Pensión Zelai** . Legazpi, 5. Tel: 670 264 922
Taxi Gaztañaga . 679 443 483 / 943 725 912
Taxi Ivan Molina . 620 511 533

Riguardo alle prime tappe del nostro Cammino Ignaziano, le Tappe sono brevi. Se si desideri camminare di più, le possibilità sono aperte e si può scegliere all’interno delle seguenti tappe. A ciascuno la sua strada, ma come Ignazio ci direbbe “non correre, perche il camminare molto non riempie l’anima, ma si lo fa il fruire internamente ” Un aspetto importante da considerare in questa prima fase del nostro Cammino Ignaziano: è il costo del pernottamento, purtroppo i rifugi economici sono scarsi, quindi bisogna prevedere tra 40 e 50 € a notte. Una volta arrivati a La Rioja avremmo la possibilità di trovare sistemazioni più economiche.

AZKOITIA: Popolazione 11.000 abitanti. Essendo così vicino a Loyola, la proposta è che il pellegrino la scopra prima di iniziare il pellegrinaggio, durante il tempo di preparazione personale nel Santuario di Loyola. Vicino alla piazza del Comune si trova l’imponente chiesa di Santa María la Real. Ci sono anche alcune case-torri medievali, come quella della famiglia di Ignazio. La Torre di Idiakez o Etxe Beltza presenta un aspetto nerastro a causa di un incendio avvenuto durante la seconda guerra Carlista. Questo villaggio riceve il nome della “culla della pelota basca” perché qui è profondamente radicata la tradizione di questo famoso sport basco.

AIZPURUTXO: Un piccolo villaggio di case sparse sulle pendici delle montagne. Non offre servizi ai pellegrini.

URRETXU: popolazione di circa 6.800 abitanti. Nella strada Iparraguirre troviamo dei Manieri del XVI secolo ben conservati che presentano alcune somiglianze per quanto riguarda la struttura e i materiali utilizzati (pietra concio). Degna di menzione è la chiesa di San Martin de Tours, austero edificio in pietra e legno, che riscontra elementi rinascimentali, elementi gotici e barocchi. Il comune si trova in un antico palazzo del XVII secolo. Urretxu è stata dichiarata sito archeologico protetto; il Museo dei Minerali e Fossili possiede oltre 1.000 minerali catalogati e classificati e numerosi fossili provenienti dai cinque continenti. Ci sono ristoranti, farmacie, supermercati e banche.

ZUMARRAGA: conta con una popolazione di oltre 10.000. Solo nel 1660 ha vinto il titolo di città, cominciando a essere indipendente. Nel XIX secolo, Zumárraga acquisisce una certa importanza quando s’impianta la linea ferroviaria Madrid-Irun. La costruzione della magnifica chiesa di Nostra Signora dell’Assunzione risale al XVI secolo. Si tratta di un edificio in stile gotico basco con portali, la torre e la pala d’altare del Barocco. Nella Piazza di Euskadi, nel suo centro si trova la statua del colonizzatore delle Filippine, Miguel Lopez de Legazpi, otre al palazzo del Comune con il fiume Urola alle spalle. Da non perdere l’enorme pietra che gli uomini e le donne trascinano nelle loro competizioni di forza, Ci sono ristoranti, farmacie, supermercati e banche. Il Comune ha preparato un timbro specifico per il Cammino Ignaziano.

Note: Abbiamo iniziato la nostra strada, molto lievemente ma entrando subito in materia. E ‘molto consigliabile dedicare un po’ di tempo alla meditazione sulla preghiera preparatoria. Se si trova “spunto” in una parola o in qualche momento, è meglio non andare oltre, ma rimanere nello stesso sito spirituale, lasciando che la profondità ci parli. Ignazio ci dice che “sapere e gustare interiormente” sono più importanti di sapere molto.

Preghiera: Signore, concedimi la grazia di sentire internamente il tuo Amore nella mia vita, con profonda riconoscenza .

Riflessioni: la Spiritualità è stata definita come “Intraprendere un viaggio attraverso la vita, rendendolo un cammino verso Dio” Allora speriamo di poter trasformare il nostro viaggio attraverso la Spagna in un vero viaggio spirituale.
Incominciamo contemplando ciò che ci circonda, questi splendidi luoghi vicino a Loyola. Camminiamo con calma consapevoli del dono che rappresenta poter dedicare del tempo nella nostra vita a questo incontro con Dio, con il mondo e con noi stessi. E ‘un privilegio poter fare questi “esercizi”! I nostri cuori esultano di riconoscenza all’iniziare il nostro pellegrinaggio. Colui che ci Ama dalla nostra origine e guida la nostra vita, è Lui che ci ha portato fin qui. E con questa convinzione, cominciamo a camminare. Dio Padre / Madre si trova in tutto ciò che vediamo e la sua presenza ci riempie di gratitudine.

Testi:
Isaia 55: 1-11. Dio, nel suo amore per me, m’invita a avvicinarmi a lui.
Salmo 63. Rispondo a Dio, esprimendo il desiderio di incontrarlo.

Colloquio finale: Fare un riassunto di quanto meditato nel tempo della preghiera, parlando con Gesù come un amico fa con un altro. Confidandogli i punti salienti ritrovati nel cammino percorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Biciclette facili.

Loyola: Km 0.
Azkoitia: Km 3,5.
Aizpurutxo: Km 10,7.
Zumárraga: Km 18,2.
(seguendo il GR 120 da Loyola)

Ruta

Schema della tappa

Altimetria

Il tempo a Zumárraga

Zumárraga
26°
poche nuvole
umidità: 53%
vento: 7m/s SE
Max 23 • Min 21
25°
Sab
21°
Dom
23°
Lun
22°
Mar